Fca, frenata di fine d’anno: a dicembre si lavora pochi giorni

    0
    239

    Cresce il numero di giornate di fermo alla Fca di Pratola Serra. Rispetto allo scorso anno il numero si è più che raddoppiato e non farà certo eccezione dicembre. Per l’ultimo mese del 2018 si parla di 4 o 5 giornate di lavoro.

    Rispetto al passato, inoltre, nel corso di quest’anno ci sono state più fermate coperte con i giorni di permesso e con accordi sindacali non condivisi dalla Fiom.

    A questo si aggiunge il fatto che dopo anni di crescita costante dei volumi produttivi, nel 2018 la produzione sarà inferiore a quella dell’anno precedente. “Non si sa ancora – precisa il segretario della Fiom Giuseppe Morsa – come sarà gestito il superamento della produzione motori diesel salvaguardando l’occupazione. L’azienda dovrebbe fare chiarezza sulle reali prospettive dello stabilimento irpino”.

    Secondo la Fiom, la Fca dovrebbe avviare a Pratola Serra una nuova produzione che garantisca la piena occupazione in questa fase di transizione. Il 2022, anno indicato per la completa dimissione della produzione dei motori diesel, è molto più vicino di quanto possa sembrare.

    Print Friendly, PDF & Email