Ex Popolare, futuro incerto per 600 dipendenti in Irpinia. Entro Pasqua le prime risposte

0
400
Sede della Direzione Territoriale Campania, il palazzo di vetro in Collina Liguorini ad Avellino

600 persone, in Irpinia, con il fiato sospeso, di cui 300 solo ad Avellino città. In tutta la Campania, 750. Per loro, prima di Pasqua dovrebbe arrivare il “responso”. Il nuovo Piano Industriale della Bper, ex Banca Popolare dell’Irpinia, inevitabilmente porterà delle conseguenze anche sul loro futuro lavorativo. L’esodo di 1.700 dipendenti, già annunciato dai vertici della Popolare dell’Emilia Romagna, di cui 230 in somministrazione non rinnovati, genererà ripercussioni anche in Irpinia. Infatti, l’annunciata chiusura di 230 filiali (il 16% delle filiali del gruppo), e la trasformazione di oltre 300 con servizi di cassa limitati, ha già smosso qualcosa. Come già scritto, dal prossimo 22 marzo saranno chiuse, in Campania, 4 filiali: Fontanarosa, Montecalvo Irpino, una delle due di Battipaglia e Giffoni Valle Piana.

Ciò che vorrebbero sapere i dipendenti ed i sindacati, è il numero di esuberi previsti in provincia di Avellino ed in Campania, e quante filiali chiuderanno. La razionalizzazione sembra inevitabile. Ma in che proporzioni?

Print Friendly, PDF & Email