Viva i giovani. In Irpinia le startup innovative sono formate in larga parte da laureati e ragazzi

0
439

In Irpinia sono 59 le startup innovative. 22 sono formate da un team per 2/3 di persone laureate e 19 sono a prevalenza giovanile. 20 sono attive nel settore della ricerca e dello sviluppo, quindi il 33,9%. 16, invece, in attività di produzione software e consulenza informatica. Emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi su dati 2018 relativi alle sedi di impresa iscritte come start up innovative.In tuttom le startup innovative sono quasi 10 mila in Italia e una su sei a Milano (1.757), prima a livello nazionale. Seguita da Roma (999), Napoli (353), Bologna e Torino (317). Tra le prime 20 anche le lombarde Bergamo con 175 e Brescia con 148. A livello regionale prima la Lombardia con 2.504 seguita dal Lazio (1.107), Emilia Romagna (888) e Veneto (871).

Start up formate da team di ricercatori. Sono 2.632 in Italia le start up che si basano su un team di lavoro con maggioranza di laureati, dottorandi o ricercatori, il 26,4% del totale. Milano con 441, che rappresentano il 25% del totale, è in testa come numero di start up di questo tipo, seguita da Roma con 237 e Napoli con 126. Tra le prime i laureati pesano di più sul totale a Genova (46,4% del totale).
Prevalenza di giovani. Sono 2 mila in Italia le start up a prevalenza giovanile, il 20% del totale. Milano sempre prima, 324, seguita da Roma seconda con 198 e Torino terza con 76 dove però i giovani “pesano” di più sul totale: 24%. Tra le prime i giovani contano quasi il 30% anche a Catania.
I settori più innovativi: La produzione software e consulenza informatica conta oltre 3 mila start up in Italia, una su tre. A Milano, prima per numero di attività (704), il settore pesa per il 40%, a Roma (429) per il 42,9%. Con 1.342 imprese in Italia, l’attività di ricerca e sviluppo pesa per il 13,5%. Tra le prime Brescia è quella che risulta più specializzata nel settore (23,6% delle sue start up).

Print Friendly, PDF & Email