Il Reddito di Cittadinanza fa breccia tra gli under 30: ecco i dati dei Caf

0
263

Il Reddito di Cittadinanza fa breccia tra gli under 30. Il 6,8% delle domande, infatti, arriva da loro. E’ il dato che emerge dall’esame di un primo panel che la Consulta Nazionale dei CAF ha elaborato con i dati raccolti in 10 città campione, distribuite tra Nord, Centro e Sud Italia, su 7.964 domande presentate fino al 20 marzo. Le città sono: Torino, Milano, Venezia, Livorno, Grosseto, Roma, Napoli, Cosenza, Bari e Palermo. A trainare le richieste dei Millennial è il dato che si registra al Sud con il 10,3% delle domande, mentre al Nord sono il 4,7% e al Centro il 3,2%. Altro elemento di interesse generale, segnala la Consulta dei Caf, rilevato dall’indagine è dato dal numero delle domande dei cittadini stranieri rispetto a quelle dei cittadini italiani: la media nazionale del 9,5% degli stranieri richiedenti il RdC ha un picco al Nord del 15,4%, scende al Centro al 9,3%, per crollare al Sud al 3,4%.

”Questa simulazione è significativa per comprendere l’interesse reale suscitato nel Paese dal Reddito di Cittadinanza – affermano Massimo Bagnoli e Mauro Soldini, Coordinatori della Consulta Nazionale dei CAF -. Abbiamo ritenuto importante produrre un’analisi qualitativa per cercare di approfondire le tendenze in atto. Abbiamo messo a confronto in un panel 10 città, diverse tra loro per ricchezza pro capite e per dimensioni, utilizzando i dati registrati da CAF importanti per rappresentatività e per significative performance: crediamo così di poter presentare spunti utili al legislatore e all’informazione. I tempi della conversione in legge del decreto sul RdC sono prossimi e il contributo di chi ha operato, come noi, in prima linea per la sua applicazione potrà risultare di un qualche interesse”. Procedendo con i dati raccolti, Bagnoli e Soldini puntualizzano: ”Maschi e femmine a livello nazionale si equivalgono (50,6% uomini e 49,4% donne) mentre a livello di suddivisione per aree del Paese assistiamo ad uno sbilanciamento notevole al Centro (42,8 % uomini contro il 57,2% donne)”.

Print Friendly, PDF & Email