Export “made in Solofra”, in un anno il tracollo: -16,8%

0
674
Foto tratta da "La Conceria.it"

Un vero e proprio tracollo per l’export “made in Solofra”. Lo si evince leggendo con attenzione i dati di “La moda italiana nel mondo – Italian fashion in the world”, realizzata dalla Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi e Promos Italia, l’agenzia per l’internazionalizzazione del sistema camerale italiano su dati Istat. La mappa, disponibile in italiano e inglese, è scaricabile sul sito http://www.promos-milano.it.

Nella sezione Cuoio conciato e lavorato; articoli da viaggio, borse, pelletteria e selleria; pellicce preparate e tinte, la provincia di Avellino registra una flessione marcata: -16.8% rispetto all’anno precedente. Gli anni presi in considerazione sono il 2017 ed il 2018.

Cuoio conciato e lavorato; articoli da viaggio, borse, pelletteria e selleria; pellicce preparate e tinte

  PROVINCE

EXP2017

EXP2018

% su tot.

export

variaz. %

in un anno

1

Firenze

2.546.169.694

2.891.226.929

25,4%

13,6%

2

Vicenza

2.378.041.182

2.323.459.080

20,4%

-2,3%

3

Milano

1.531.817.140

1.800.320.664

15,8%

17,5%

4

Pisa

709.843.114

678.309.386

6,0%

-4,4%

5

Bologna

372.664.722

426.981.761

3,7%

14,6%

6

Piacenza

182.734.012

282.154.620

2,5%

54,4%

7

Arezzo

375.880.725

263.971.044

2,3%

-29,8%

8

Roma

258.777.424

240.361.921

2,1%

-7,1%

9

Padova

137.765.301

138.846.577

1,2%

0,8%

10

Macerata

164.898.085

138.462.023

1,2%

-16,0%

11

Verona

142.865.062

136.880.025

1,2%

-4,2%

12

Fermo

149.434.135

134.062.039

1,2%

-10,3%

13

Brescia

100.095.871

113.008.280

1,0%

12,9%

14

Parma

87.724.054

106.465.378

0,9%

21,4%

15

Treviso

100.704.656

98.765.148

0,9%

-1,9%

16

Napoli

82.808.524

91.316.478

0,8%

10,3%

17

Avellino

109.480.400

91.045.764

0,8%

-16,8%

18

Mantova

67.870.849

82.266.317

0,7%

21,2%

19

Bergamo

90.703.458

75.232.304

0,7%

-17,1%

20

Forlì-Cesena

76.833.636

68.475.383

0,6%

-10,9%

   Totale

10.920.948.961

11.389.914.563

100,0%

4,3%

 

Moda italiana nel mondo: Francia, Svizzera e Germania le maggiori destinazioni, in crescita Cina e Corea del Sud. Gli articoli di abbigliamento valgono da soli oltre 17,5 miliardi di export, +3,5%, seguiti da borse e articoli di pelletteria con 11,4 miliardi, +4,3% e dalle calzature con 9,8 miliardi, +3,6%. Gli aumenti maggiori nel 2018 si registrano per le esportazioni di tappeti e moquette (+10,2%) e maglieria (+6,5%). Emerge da elaborazioni della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi e Promos Italia su dati Istat, anni 2018 e 2017.

Le 3 maggiori destinazioni estere per la moda italiana sono: Francia (10,4% del totale), Svizzera (9,9%, +18,7%) che supera la Germania (8,9%, stabile). E se la Francia è il principale partner per articoli di abbigliamento, maglieria, tappeti, calzature e pellicce, Hong Kong eccelle per abbigliamento sportivo, la Germania è prima per tessuti e per camicie, T-shirt e intimo, la Svizzera per borse e pelletteria, gli Stati Uniti per biancheria per la casa, la Romania per filati, passamanerie e bottoni, lo Sri Lanka per pizzi e merletti.

Le crescite maggiori in Cina e Corea del Sud, rispettivamente +17,8% e +13,3%, bene il Regno Unito (+4,9%). Vanno forte anche i tessuti in Marocco (+23,2%), i tappeti in Slovacchia (+329,2%) e Qatar (+70,8%), la biancheria per la casa in Israele (+25,7%), le passamanerie in Tailandia (+48,4%), i pizzi e merletti in Austria (+98,8%), l’abbigliamento sportivo a Macao (+31,9%), quello in pelliccia in Romania (+36,7%), la pelletteria in Serbia (+25,9%) e le calzature in Canada (+12%).

I maggiori esportatori italiani? Milano +9,8%, Firenze +7,6% e Vicenza -1,1%. Milano protagonista della moda italiana con 7,2 miliardi di euro, un settimo circa del totale nazionale. È seguita da Firenze (11,1% del totale) e da Vicenza (8,4%). Vengono poi Treviso, Prato, Reggio Emilia, Bologna, Verona, Biella, Como, Piacenza e Bergamo. Le crescite maggiori in un anno a Piacenza (+33,4%), Milano (+9,8%) e Venezia (+8,4%).

Lombardia protagonista della moda con 13,7 miliardi di export, +5,5%, rappresenta più di un quarto del totale italiano. Oltre a Milano, leader in Italia, tra i primi 20 posti ci sono anche Como 10°, Bergamo 12°, Varese 14° e Mantova 18°. In forte crescita Pavia (+48,1%) e Lodi (+41,5%).

Print Friendly, PDF & Email