Le eccellenze secondo l’Istat: in Campania industria spaziale al top

0
447

Trasporto marittimo, turismo e industria spaziale. Sono le eccellenze produttive del Mezzogiorno che, da sole, attivano oltre la metà del valore aggiunto di settore su base nazionale. A stabilirlo sono i dati Istat del “Report Risultati economici delle imprese a livello territoriale, anno 2016”. Il Trasporto marittimo e costiero di merci nel Mezzogiorno genera il 61,3% del totale nazionale. Nelle attività legate al turismo, con particolare riferimento alle attività dei Villaggi turistici e di Gestione di luoghi e monumenti storici e attrazioni simili, si registrano rispettivamente il 55,5% e il 48% del valore aggiunto nazionale. In queste attività Sardegna, Puglia e Sicilia ricoprono un ruolo preponderante.

Di rilievo l’industria spaziale, in particolare l’attività di Riparazione e manutenzione di aeromobili e di veicoli spaziali che vede il Mezzogiorno racchiudere il 53,2% del valore aggiunto nazionale, localizzato in particolare in Campania (37%). In evidenza anche attività riconducibili alla filiera dell’agro-industria, in particolare quelle di Produzione di malto (45,2% del valore aggiunto nazionale) della Basilicata, Produzione di olio di oliva da olive prevalentemente non di produzione propria (44,8%), soprattutto proveniente dalla Puglia (24%), Lavorazione e conservazione di frutta e di ortaggi (esclusi i succhi di frutta e di ortaggi) (44,3%) in cui spiccano Campania (28%) e Puglia (6,8%).

Print Friendly, PDF & Email