“Irpinia Mood”, boom di presenze anche da fuori. “Ma il sindaco Festa e la politica ci snobbano”

0
303
Il bilancio dell'edizione 2019 di "Irpinia Mood" annunciato in conferenza stampa

Un successo non scontato, sicuramente sperato, senza dubbio meritato. “Irpinia Mood anche quest’anno ha fatto registrare, lungo il Corso di Avellino, migliaia di presenze. “Quello che ci fa piacere – dice il Presidente Alessandro Graziano – è che abbiamo riscontrato tantissime presenze da fuori provincia e fuori regione, in particolare dal Lazio e dalla Puglia. Ormai una parte di città ha adottato il nostro evento. Il nostro obiettivo è e resta sempre quello di riconnettere il capoluogo con tutta la provincia. Ci siamo riusciti, abbiamo dato spazio ad eventi di altri comuni. Siamo molto soddisfatti, ad esempio, di aver ospitato il Carro di Fontanarosa. Personalmente, dopo cinque anni, faccio un passo indietro e mi dimetto da presidente. Credo sia doveroso dare spazio ad energie nuove. Ma continuerò a lavorare con l’associazione e per l’associazione. Stiamo crescendo e non ci fermeremo, l’evento è soltanto il momento clou di un percorso che dura tutto l’anno. Certo – sottolinea Graziano – ci dispiace che la politica un po’ ci snobbi. Non abbiamo proprio visto il sindaco di Avellino Gianluca Festa, ad esempio. La nostra manifestazione è nata qui, nella città capoluogo, e qui deve continuare a svolgersi”.

“Irpinia Mood” ha il merito di mettere insieme persone magari con idee diverse, ma con obiettivo unici. Maria Giulia Contarino è un architetto, padre siciliano, mamma irpina. “L’Irpinia è una terra eterogenea. Il nostro messaggio è chiaro: non si può restare fermi e chiusi nel proprio orticello. Da soli non si va da nessuna parte. Irpinia Mood rappresenta l’Irpinia che dice che c’è bisogno dell’altro”.

Print Friendly, PDF & Email