Unioncamere: Avellino e Benevento capitali dell’imprenditoria femminile

0
73
Rapporto Camera di Commercio di Milano
Imprenditrici in calo

Con un’impresa su tre gestita da donne l’Irpinia e il Sannio si confermano le capitali dell’imprenditoria femminile. In provincia di Avellino le imprese rosa sono 13.266, pari al 29.75% del tessuto imprenditoriale complessivo. In provincia di Benevento 10.685, pari al 30.05% del numero di imprese attive.

Le due performance sono nettamente superiori al tasso di femminilizzazione dell’imprenditoria campana che supera di poco il 22%. A livello nazionale la più vicina è la provincia di Chieti, con un tasso superiore al 28%.

A livello nazionale sono oltre 148mila le imprese femminili che si occupano di attività di ristorazione e alloggio, di servizi turistici o legati all’intrattenimento e al divertimento, pari al 29,5% del totale. Sensibile la crescita di questo insieme in 4 anni: +8,7% e quasi 12mila imprese in più.

Dall’elaborazione effettuata dall’Osservatorio sull’imprenditorialità femminile di Unioncamere e InfoCamere, sulla base dei dati al 30 giugno scorso, emergono con chiarezza i settori turistici a maggior vocazione femminile, ma anche quelli che in questi ultimi anni hanno attratto maggiormente le donne.

Come mostrano i tassi di femminilizzazione di questi settori (dati dal rapporto tra imprese totali e imprese femminili), nell’avviare una attività dedicata alla vacanza e al divertimento, le donne puntano di più sui bed and breakfast e sulle case vacanza piuttosto che sugli alberghi, sui bar piuttosto che su ristoranti, sui parchi divertimento e sui parchi tematici piuttosto che sugli stabilimenti balneari o sulle palestre.

Il confronto con il 2015, poi, mostra una vera “impennata” di imprese guidate da donne nel settore dei bed and breakfast e delle case vacanze (+4.258 imprese) e in quello dei servizi di prenotazione e guide turistiche (+517). Oltre 5mila in più, inoltre, i ristoranti gestiti da donne rispetto a 4 anni fa e circa 1.300 i bar al femminile aggiuntivi rispetto alla fotografia scattata a fine giugno 2015.

Print Friendly, PDF & Email