Agenda Digitale, sul piatto 4 milioni di euro per Avellino e altri 44 Comuni

0
206
Riunione operativa sull'Area Vasta al Comune di Avellino

Riparte l’Area Vasta del Comune di Avellino e degli altri 44 Comuni che hanno firmato il protocollo d’intesa. Stamane riunione operativa a Palazzo di Città, riunione ristretta tra alcuni enti – tra i quali Chiusano, Atripalda e Mercogliano – che si sono confrontati con il sindaco di Avellino, Gianluca Festa, e con l’assessore alle Politiche Europee del Comune capoluogo, Germana Di Falco.

Diverse le novità che sono emerse dal summit che è durato più di due ore. La più importante è che la Regione Campania è pronta a finanziare, in tempi brevi, interventi immateriali più che strutturali. “Anzi – sottolinea Festa – avremo disponibilità economiche superiori a quanto ci si aspettava per interventi in questo campo. Ad esempio, per l’Agenda Digitale lo stanziamento passerà da 1,5 milioni di euro a circa 4 milioni”.

Quattro gli assi d’intervento che sono stati individuati. Agenda digitale, per l’appunto, turismo, corridoio ecologico e welfare.

“Punteremo, per quanto riguarda l’Agenda digitale – dice ancora il primo cittadino di Avellino – sul wi fi libero, il più libero possibile, in tutti i comuni. Ed ancora, riflettori sull’informatizzazione degli enti, per rendere più celeri tutte le procedure medianti le quali i cittadini devono interfacciarsi con gli uffici comunali. Pensiamo alla richiesta di un certificato o al pagamento di un tributo o di una multa. L’obiettivo è di evitare, quanto più è possibile, le lunghe file agli sportelli comunali e di snellire la burocrazia. Ormai siamo nel 2020, con la tecnologia si può fare ogni cosa. Grazie all’Agenda digitale pensiamo anche alla possibilità di informatizzare gli archivi comunali e di eliminare, a poco alla volta, tutta l’enorme mole di documenti che alberga negli uffici. Inoltre, soprattutto per i Comuni di Avellino, Atripalda, Mercogliano e Monteforte, si può pensare anche all’informatizzazione dei parcheggi”.

Per ciò che riguarda il turismo, molto spazio sarà riservato al vino, l’oro della provincia di Avellino. “Abbiamo in mente diverse iniziative. Ma, visto che si tratta di interventi immateriale, punteremo a promuovere il made in Irpinia soprattutto con stumenti tecnologici innovativi. Si pensa, quindi, alla realizzazione di filmati in 3D, ad esempio, per descrivere il patrimonio non solo naturale dei nostri comuni, ma anche quelli storico e culturale. In più – sottolinea Festa – dialogheremo, da subito, con l’ente Provincia che sta promuovendo la Fondazione sul turismo, proprio per collaborare e per non disperdere risorse economiche, energie e tempo”.

Corridoio ecologico significa ambiente e, quindi, lotta all’inquinamento. Sarà presentato un progetto sull’eliminazione delle microplastiche, progetto che riguaderà in particolare il Sabato ed il Fenestrelle. Gli interventi sul welfare, infine, sono ancora da definire. Individuati gli assi di intervento, si potrà, adesso, essere più spediti sulla progettazione degli interventi. Ovviamente, dell’esito della riunione di stamane, saranno informati anche gli altri Comuni e, in tempi non troppo lunghi, sarà organizzata anche una riunione più allargata. Ma, nel frattempo, si parte. Sarà messo su un gruppo di lavoro operativo che sarà coordinato dall’Ufficio “Piu Europa” del Comune di Avellino.

Print Friendly, PDF & Email