Un polo da 400 sportelli e 4mila dipendenti, al via il progetto della grande banca del Sud

0
166

La grande banca del Sud. Secondo fonti finanziarie, riportate stamane da un articolo de “Il Mattino“, si starebbe lavorando al progetto di aggregazione tra diversi istituti di credito meridionali. Si tratterebbe della Banca Popolare di Bari, come soggetto aggregante, della Popolare di Puglia e Basilicata e delle napoletane Banca Regionale di Sviluppo, Banca del Sud e Popolare Vesuviana. Un polo da oltre 400 sportelli, 4mila dipendenti e più di 17 miliardi di euro di attività.

L’obiettivo, ovviamente non semplice, sarebbe quello di chiudere l’operazione entro il 2020. Il progetto, secondo “Il Mattino”, potrebbe comprendere la Banca di Credito Popolare di Torre del Greco. L’articolista ricorda che il Decreto Crescita è stata introdotta la possibilità per la banche del Centro-Sud Italia di trasformare le cosiddette Dta, ovvero le attività fiscali differite, in crediti di imposta fino a 500 milioni di euro, a patto che gli istituti di credito procedano ad aggregazioni entro la fine del 2020. L’incentivo per le banche che si fondono è fino a 500 milioni per ogni soggetto partecipante. Insomma, i tempi sembrano proprizi per una banca del Sud.

Print Friendly, PDF & Email