“Resto al Sud”, ecco il decreto che estende i finanziamenti agli under 46 e ai professionisti

    0
    198

    Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 275 il decreto che estende l’incentivo Resto al Sud agli under 46 e ai liberi professionisti.

    Un provvedimento molto atteso perché accresce in modo significativo la platea dei beneficiari, spostando in avanti di dieci anni il requisito anagrafico (il precedente limite era 36 anni non compiuti) e aprendo i finanziamenti anche alle attività libero-professionali esercitate sia in forma individuale che come società di professionisti.

    A breve, quindi, anche i nuovi destinatari delle agevolazioni potranno presentare domanda attraverso il sito di Invitalia.

    Ad oggi sono oltre 4.000 i progetti approvati, pari a più di 15.000 nuovi posti di lavoro. Ogni iniziativa può essere sostenuta con un importo massimo di 200.000 euro, di cui il 35% a fondo perduto e il 65% con finanziamento bancario (gli interessi li paga Invitalia).

    Questa è la seconda novità di rilievo per la misura Resto al Sud, dopo che nel mese di ottobre il Consiglio dei Ministri aveva esteso le agevolazioni alle aree del Centro Italia colpite dal terremoto.

    Leggi il decreto n. 134/2019

    Tutti i dettagli su Resto al Sud

    Print Friendly, PDF & Email