L’aperitivo è un “must”. Un anno di “Elle 22 café”, Lucia Guerriero vince la sua sfida

0
620

Sta ormai diventando uno degli aperitivi più gettonati di Avellino. Cibo con eccellenti prodotti irpini, carta di vini selezionati e locale accogliente, quasi “trasformato” rispetto al look precedente, con un angolo molto curato e piacevole. Dietro questo “miracolo”, il tocco tutto al femminile di una donna “cresciuta” nei bar a lavorare – ne ha gestiti diversi – e che ha avuto il coraggio, dopo tanti anni, di investire in prima persona. Di metterci la faccia, di rischiare in proprio. Lei è Lucia Guerriero e la sua sfida, al momento, la sta vincendo alla grande.

Elle 22 café” di via De Concilis , da un anno – da quando cioè la gestione è passata a Lucia – è un punto di riferimento per chi ama la qualità e la genuinità. E la simpatia ed il sorriso di Lucia che fa sentire tutti come se fossero a casa. “Punto tutto sulla qualità”, afferma. “L’aperitivo, in particolare, deve essere un momento speciale, di convivialità e di buon gusto. Offro cose ricercate, non deve essere mai banale”.

E così, i sapori irpini trionfano: formaggi e salumi in primis, tutti rigorosamente nostrani. Da non perdere “rape e patate” cucinate direttamente da Lucia. Oppure le polpettine e le bruschette con le alici del Cantabrico. Il tutto accompagnato dai vini, in particolare, di “Tenuta Sarno 1860” – lo spumante millesimato Pas Dosè è un must – oppure dei “Feudi di San Gregorio”.

La conferma, ancora una volta, di quanto il “rosa” nell’imprenditoria possa imprimere la svolta decisiva. Il buon gusto, anche nell’arredamento del locale, è un elemento caratterizzante che sta “sbancando”. Anche gli aperitivi di questi giorni di festa sono superaffollati. Dopo quello al top del 24, il 31 dicembre si bissa, con un tocco in più: dalle 11.30 in poi scocca l’ora del rock’ n’ roll, scocca l’ora di Vinyl Gianpy.

Print Friendly, PDF & Email