Aldo Carpinteri, chi è il fondatore di MODES

0
139

Ha raccolto l’eredità di famiglia e partendo dalla Sicilia è riuscito a costruire un’azienda leader a livello internazionale nel settore della vendita omni-channel. Carpinteri, caparbio, lungimirante e innovativo, ha trasformato una boutique locale in un’attività globale, punto di riferimento oggi nel mercato mondiale del lusso.

Da Stefania Mode a Modes: la mossa vincente di Aldo Carpinteri

Tutto inizia nel 1971 quando in via Torrearsa, nel cuore di Trapani, apre le sue porte Stefania Mode, una boutique dal sapore inedito. Una selezione esclusiva e raffinata di capi di abbigliamento e accessori ricercati sono qui in vendita per soddisfare le esigenze degli amanti e degli intenditori del lusso. Una piccola attività quindi, che si guadagna fin da subito però la sua posizione, affermandosi come un luogo di culto nella città siciliana. Nel 2020 a portare avanti l’eredità familiare c’è Aldo Carpinteri.

Classe 1970, l’imprenditore trapanese ha saputo traghettare una realtà di spicco a livello locale, verso un universo internazionale. Una visione dello stile inedita, una forte passione per il suo lavoro e per la moda, grandi abilità manageriali e sopratutto spiccata capacità di guardare al futuro in maniera innovativa sono le doti che gli hanno permesso di trasformare Stefania Mode in Modes.

Il nuovo nome che richiama il neo-posizionamento internazionale dell’azienda è uno dei capisaldi su cui si fonda il rebranding del marchio. Step fondamentale per questo passaggio è la nascita della piattaforma globale Modes.com.

Retail multi-marca, si afferma nel settore della vendita online da un lato, grazie all’offerta ampia e variegata: una selezione curata di capi e accessori per uomo e donna di oltre 300 stilisti, tra brand affermati e nuovi talenti sono in vendita sull’e-store. Dall’altro, grazie a un’attenzione e dedizione nei confronti del cliente: un servizio di assistenza efficiente, una rete organizzata di spedizioni rapide in tutto il mondo sono gli strumenti messi a disposizione dall’e-commerce che si distingue per affidabilità e facilità di utilizzo.

La duplice strategia di Aldo Carpinteri: la piattaforma globale e il network strategico di boutique Modes

Con un magazzino modernissimo di oltre 4.500 mq, la boutique digitale rappresenta ad oggi il 65% dell’attività totale dell’impresa. Aldo Carpinteri fondatore di Modes è riuscito a far decollare il ramo del commercio online dell’azienda avviando anche alcune partnership strategiche, prima fra tutte quella con Farfetch. Modes è stata tra le prime cinque boutique al mondo presenti sul sito di vendita al dettaglio di lusso londinese. Questa collaborazione è stata determinante per l’internazionalizzazione del marchio che è così uscito dai confini italiani affermandosi come realtà primaria globale nel settore della moda.

Tra le skill di Carpinteri rientra però anche la capacità di rimanere al passo coi tempi, cercando di anticiparli, ma con un occhio attento sulle tradizioni e sulla ricchezza territoriale locale.

La filosofia del marchio si esprime infatti anche attraverso un network di spazi fisici all’interno dei quali è ben visibile la fusione tra arte e moda, peculiarità intrinseca del brand. Caratterizzate da stile curato nei minimi dettagli, ricerca e attenzione negli interni e negli arredi, le boutique sono tutte situate in luoghi simbolici italiani. Dopo il concept store di Trapani, quello sull’Isola di Favignana, declina a pieno nel design l’anima minimalista di Modes e il contrasto tra l’offerta di articoli moderni e ricercati e la bellezza genuina della Sicilia. Con il negozio di Saint Moritz,Carpinteri approda in Svizzera pur sempre, scelta non causale, in una meta nota per il turismo di lusso. Tra gli altri spazi si annoverano la boutique sarda a Forte Village, e quella ligure a Portofino. Con lo store milanese, 12 vetrine su piazza Risorgimento, Modes segna la sua presenza nella capitale italiana del lusso. Non solo luoghi deputati alla vendita, ma punti di incontro dove è possibile avviare un dialogo autentico con il consumatore: questo è il concept alla base del network di boutique Modes voluto dal suo fondatore

Tra le linee forza di Aldo Carpinteri quindi, da una parte la volontà di far conoscere Modes nel mondo grazie a una piattaforma performante a livello internazionale, dall’altra la sensibilità nel saper consolidare e ampliare una rete di spazi reali dove interfacciarsi a tu per tu con il cliente, enfatizzando così la bellezza naturale e il patrimonio tipici italiani.

Print Friendly, PDF & Email