Guida all’acquisto di un’auto usata, i consigli utili per fare degli ottimi affari

0
739
Auto usate

Un ottimo modo per risparmiare denaro quando si acquista un’auto è acquistare un veicolo usato anziché uno nuovo. Nel momento in cui si guida una macchina nuova dal lotto di un concessionario, inizia a deprezzarsi rapidamente. Ciò significa che già dopo pochi chilometri su strada, vale meno di quello che era il suo prezzo al momento dell’acquisto. L’acquisto dell’auto usata giusta con una buona affidabilità e bassi costi di proprietà riesce anche a far risparmiare denaro nel corso degli anni successivi. Ed è proprio questo il fattore che spinge sempre più utenti a scegliere di acquistare un’auto usata o a km zero, piuttosto che una nuova.

Ovviamente scegliere un’auto usata richiede più lavoro di ricerca rispetto all’acquisto di un nuovo veicolo, e c’è più rischio a lungo termine poiché la maggior parte delle macchine usate non sono coperte da garanzie di fabbrica, avendone superato i tempi previsti. Ma oggi grazie ad internet e ai diversi portali di ricerca, basterà googlare il nome del proprio veicolo del cuore usato e la città, come ad esempio: “auto usate Parma” e iniziare a selezionare quale annuncio di vendita può fare meglio al proprio caso.

Scegliere l’auto giusta

Quando ci si appresta all’acquisto di una vettura, sia essa nuova che usata, bisogna fare delle considerazioni preliminari inerenti a come si prevede di usare questa macchina. Ad esempio, se si ha una famiglia numerosa, si vorrà abbastanza spazio per tutti oltre a un ampio spazio di carico. Se si fanno lunghi viaggi in zone dissestate si potrà optare per un fuoristrada, se è un regalo per un neopatentato andrà benissimo una piccola utilitaria e così via. La prima cosa che va dunque fatta è di restringere il campo creando un elenco di funzionalità indispensabili.

Le auto più economiche da guidare

Nella scelta della migliore vettura, bisogna considerare anche i costi che questo veicolo comporterà alla guida, soprattutto in termini di carburante. I motori più piccoli possono essere più economici. Un motore di grandi dimensioni consuma generalmente più carburante di un motore più piccolo. Quindi le sue dimensioni sono una considerazione fondamentale che va fatta nella scelta del modello più adatto alle proprie esigenze. Ovviamente bisogna considerare anche come si usa l’auto. Un piccolo motore è più efficiente quando viene utilizzato come previsto, ad esempio per spostarsi in città, se lo si utilizza ad alta velocità e per lunghi tragitti, dovrà lavorare molto più duramente per mantenere l’auto in movimento – bruciando più carburante, quindi l’equazione motore piccolo = risparmio, si annulla.

Un altro fattore da considerare è la scelta del tipo di carburante che si vorrà utilizzare. I motori diesel sono spesso più economici rispetto ai loro omologhi benzina. Ma il rovescio della medaglia è che le auto che supportano questa tipologia di motore sono più costose. Le auto ibride sono economiche da gestire, ma costano di più in fase di acquisto. Risparmio di carburante e aliquote fiscali economiche o addirittura zero, grazie agli incentivi ed eco bonus, rendono interessanti i modelli parzialmente elettrici, e inoltre esse tendono a mantenere il loro valore per la rivendita.

Le auto con il cambio manuale sono più economiche di quelle automatiche. Il passaggio da una marcia all’altra è un lavoro extra, in particolare per quelli che sono inclini a fermarsi al semaforo. Tuttavia, mentre i sistemi automatici eliminano un po’ la seccatura della guida, hanno un prezzo più alto.

I modelli di auto usate più vendute in Italia nell’ultimo anno

Non stupisce notare che nelle prime cinque posizioni della classifica dei dieci modelli di auto usate più vendute nello scorso anno ci siano tutte utilitarie, e a fare da padrone è il gruppo Fiat. La capofila è la Fiat 500, seguita da Panda e 500 X. Un terzetto che rende l’idea di come gli italiani scelgano sempre più spesso di affidarsi ad un veicolo usato e affidabile per la famiglia, senza dover necessariamente spendere troppo. La macchina familiare a cui vengono demandate tutte le faccende settimanali, dal trasporto dei figli a scuola e alle attività pomeridiane, al mezzo di trasporto verso il posto di lavoro, è sempre più una scelta che vira verso le auto a km zero o di seconda mano, per ottenere un vantaggio economico sia sull’acquisto che sulle spese di commissione del futuro, come assicurazione e bollo auto.

Print Friendly, PDF & Email